La dieta senza glutine

La dieta senza glutine porta progressivamente alla scomparsa delle manifestazioni cliniche della celiachia

La dieta senza glutine

È giusto tener presente che la mucosa intestinale impiega circa 6 mesi per tornare a condizioni normali una volta che è stata iniziata la dieta senza glutine. Durante questo periodo l’organismo torna a funzionare normalmente, ricominciando ad assorbire le sostanze nutritive e recuperando il peso perduto. Seguire ricette senza glutine da subito minimizza il rischio di complicanze a lungo termine.

Ecco quali sono gli alimenti che non devono mancare in una dieta senza glutine:

  1. Cereali e derivati: il pane e la pasta senza glutine, le patate e il riso, apportano principalmente carboidrati complessi e vitamine del gruppo B. Sono indicate: 2-4 porzioni al giorno.
  2. Frutta e verdura: Apportano principalmente acqua, fibra, vitamine e minerali. Sono indicate: 3-5 porzioni al giorno.
  3. Latte e derivati: il gruppo comprende formaggio e yogurt. Apportano principalmente proteine, minerali (calcio) e vitamine (D). Sono indicate: 1-2 porzioni al giorno.
  4. Carne, legumi, pesce e uova: questi alimenti apportano principalmente proteine, minerali (ferro) e vitamine del gruppo B. Sono indicati circa 100-120 g carne o pesce al giorno, o in alternativa si possono mangiare legumi (fagioli, piselli, lenticchie e ceci) 2 volte la settimana. Il consumo di uova, invece, va limitato al massimo a 3 - 4 uova alla settimana.
  5. Grassi da condimento: apportano principalmente acidi grassi e vitamine liposolubili (E). I grassi animali, come il burro, vanno consumati con misura. Quelli vegetali, come l’olio extravergine di oliva e gli oli di semi, possono essere consumati fino ad un massimo di 3 porzioni al giorno, di circa 10 grammi ciascuna. Sono indicate: 1-3 porzioni al giorno.

Le regole fondamentali della dieta senza glutine

Regole della dieta senza glutine

Seguire attentamente una dieta senza glutine è fondamentale per chi soffre di celiachia, poiché ingerendo cibi anche solo contaminati dal glutine si possono avere spiacevoli conseguenze. Per questo è importante seguire alcune regole fondamentali:

  • Evitare prodotti di cui non si conosce esattamente la composizione, e utilizzare solo ingredienti assolutamente sicuri, e cioè:
    • Alimenti senza glutine naturalmente (verdura, frutta, carne, pesce, uova, latte)
    • Prodotti senza glutine presenti nel prontuario dei prodotti in commercio pubblicato dall’Associazione Italiana Celiachia
    • Prodotti senza glutine dietetici specifici (preparati da aziende autorizzate dal Ministero della Salute) come BiAglut
  • Conservare gli alimenti senza glutine in una zona della dispensa ad essi riservata;
  • Lavare bene le mani dopo aver preparato pietanze con farine comuni;
  • Prima dell’uso, lavare gli attrezzi da cucina (scolapasta, mestoli, pentole) se precedentemente utilizzati nella preparazione di pietanze contenenti glutine;
  • Assicurarsi che su piani di lavoro, teglie, piastre o griglie non vi siano briciole o tracce di farina;
  • Assicurarsi che l’acqua per la cottura della pasta e l’olio per friggere non siano entrati in contatto con alimenti contenenti glutine;
  • Per infarinare i cibi (carni, verdure, formaggi) e addensare salse o sughi utilizzare esclusivamente farine senza glutine;
  • Non utilizzare la stessa caffettiera con cui si è preparato il caffè d’orzo.